Palazzo Turati è un palazzo storico situato nel centro storico di Milano, in via Meravigli n. 7, costruito in stile neorinascimentale. Il palazzo fu commissionato da Francesco ed Emilio Turati, commercianti di cotone lombardi. Fu progettato dall’architetto Enrico Combi prendendo ispirazione a palazzo dei Diamanti di Ferrara: il progetto fu completato nel 1876. La facciata, si presenta quindi immediatamente riconoscibile dal particolare bugnato a forma di diamante, che ricopre tutto il palazzo fatta eccezione per le finestre a serliana, le lesene e le balconate con finestroni, sempre a serliana, coronati da un frontone decorato; all’interno si trova un cortile porticato ispirato alle forme del rinascimento lombardo.

Molto ricchi sono gli interni, di cui si segnalano: la “Sala di Flora”, detta anche salottino azzurro, tappezzato in velluto di seta, con specchiere, decorazioni e sculture di Lodovico Pogliaghi, e affrescato da Mosè Bianchi; la “Sala di Prometeo”, cosiddetta per il grande camino neorinascimentale sormontato dalla scultura di Prometeo sempre del Pogliaghi; il Salone da ballo affrescato alle pareti con “Il Ballo” da Giuseppe Bertini e, nel soffitto, da Luigi Cavenaghi. Il palazzo ha ospitato per tutto il Novecento la sede della Famiglia Meneghina, celebre circolo privato milanese.

Specials

Palazzo Turati e il suo segreto nascosto.
Dalle fondamenta della Camera di commercio riaffiorano i resti del Teatro Romano del primo secolo a.C., gli scavi sono diventati ora museo sensibile, aperto al pubblico. La visita è gratuita previa prenotazione all’ email teatroromano@mi.camcom.it

Orari

Aperto solo per eventi

Telefono

Instagram

Mappa

Share this Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *